Vita da studenti November 22, 2017
Perchè fare uno stage all’estero?

Perchè fare uno stage all’estero?

La maggior parte degli studenti, arrivati ad un certo punto del proprio percorso universitario, si trova davanti ad una delle scelte più importanti da compiere: dove fare lo stage? Come? Quando? Perchè?

In base alla facoltà, al ciclo di studi, alla carriera, ognuno si è ritrovato nella situazione di dover coprire quei 4, 6 o 9 CFU che portano il nome di “tirocinio curriculare”.  Inizia così la caccia all’internship, con la speranza di trovare un compromesso tra monte ore, retribuzione e tempo da poter comunque dedicare allo studio.

In tanti decidono di vivere il tirocino curriculare come “un numero prefissato di ore da dover fare obbligatoriamente nel più breve tempo possibile”, come una seccatura che però è necessario fare. Altri invece la vedono come una possibilità di imparare, di interfacciarsi magari per la prima volta nel mondo lavorativo strettamente legato ai proprio studi.

C’è poi chi decide di restare vicino casa o nella città in cui si studia, chi magari resta in Italia cambiando però regione.

E cercare altrove?

stage estero studocu

C’è poi chi sfrutta questa possibilità per andare a connubiare un esperienza di lavoro con un esperienza di vita, scegliendo di cambiare Stato.

Scegliere di fare un periodo di stage all’estero non è sicuramente facile. Bisogna essere sicuri, intraprendenti e non lasciarsi scoraggiare dalle prime difficoltà di inserimento e dalla cosiddetta “homesick”.

Un tirocinio all’estero può dare molto sia in termini di esperienza, sia in termini di curriculum.

Entrare a fare parte di un contesto diverso, in un altro Stato, con un’altra lingua e una nuova cultura a cui adattarsi. Nuove persone, nuovi luoghi, nuovi colleghi di lavoro. Come si fa a dire di no ad un esperienza del genere?

Al giorno d’oggi sta diventando anche un fattore cruciale pensando al domani lavorativo: un’esperienza all’estero rappresenta di sicuro un valore aggiunto da inserire nel curriculum, che i recruiters valutano molto positivamente.

Non abbiate paura!

stage estero studocu

 

Se sono qui a scrivere questo articolo è perchè faccio parte di quella percentuale di giovani che ha deciso di mettersi in gioco e provare un’esperienza lavorativa “abroad”. All’inizio non è stato facile, catapultato a centinaia di chilometri da casa, famigliari ed amici.

A distanza di due mesi posso dire tranquiillamente che rifarei questa scelta ad occhi chiusi.

Avere la possibilità di mixare un percorso di crescita personale con uno di formazione lavorativa in una realtà diversa, si sta dimostrando una delle migliori cose che potesse capitarmi.

Il consiglio che posso darvi è quello di organizzare il tutto con largo anticipo, informarsi bene in università su eventuali progetti o borse di studio presenti per questo tipo di esperienza, e non avere paura di vivere un’avventura unica!

 

Marco

Related posts
Saltare la scuola può essere bello, ma per quanto?  Siamo abbastanza sicuri che ormai tutti abbiano sentito la parola “corona”
Uno stile di vita sostenibile deve essere anche costoso?Non esattamente! Uno stile di vita "verde" o sostenibile implica anche un modello di consumo migliore e meno di impatto per
StuDocu è famoso per essere una piattaforma dedicata alla condivisione della conoscenza. Ma cosa sappiamo di cio che succede dietro

Leave a Reply

Your email address will not be published.