Secondo l’art director portoghese Joao Rocha, al mondo esistono essenzialmente due categorie di persone. A testimonianza della sua tesi alcune simpatiche illustrazioni, pubblicate sul suo blog, 2kindsofpeople, mostrano come, nel compiere i più piccoli e banali gesti quotidiani, le persone si dividano fondamentalmente in due tipologie ben distinte. Lo stesso principio non potrebbe essere forse valido anche se applicato al particolarissimo mondo degli studenti?

Nel corso della nostra lunga e tormentata esperienza universitaria ognuno di noi avrà sicuramente avuto modo di sviluppare le abitudini, le tecniche di concentrazione e i metodi di studio più diversi e bizzarri. Ci sono tuttavia alcune attitudini e “scelte di vita” in materia delle quali preferenze personali e sfumature caratteriali individuali hanno ben poca importanza e dove è piuttosto il criterio del “o bianco o nero” a vigere in maniera indiscussa. Ecco a voi da parte di StuDocu una semplice classificazione di alcune delle più comuni tipologie di studenti con cui a tutti voi, volenti o nolenti, sarà capitato di avere a che fare.

I mattinieri ~ Gli scontrosi

mattina studenti studocu scontrosi mattinieri

Da chi sceglie di dedicarsi a un po’ di sano jogging prima di andare a lezione a chi preferisce approfittare delle prime ore del mattino per dedicarsi allo studio, gli studenti mattinieri amano dare sfogo alla propria iperattività già di prima mattina. Si svegliano pimpanti e sorridenti e l’inizio di ogni giornata rappresenta per loro il momento migliore per mettere a frutto tutta la loro energia e positività:  per i mattinieri, “il mattino ha l’oro in bocca” non rappresenta tanto un logoro modo di dire quanto un vero e proprio stile di vita.

Dall’altra parte troviamo schierati tutti quelli che, di buon mattino, più che energia e vitalità, possono limitarsi a dispensare sguardi assonnati e, tutt’al più, qualche incomprensibile grugnito. Regole fondamentali per relazionarsi, di prima mattina, con questa alquanto suscettibile categoria di persone? Mai rivolgere domande e/o tentare di avviare una qualunque conversazione mediamente impegnativa. Evitate il sarcasmo prima delle 10 di mattina. Non provate nemmeno a contagiarli con il vostro buonumore; sarebbe solo fatica sprecata e, nel peggiore dei casi, potreste finire per scatenare la loro ira funesta. E in questo caso, si salvi chi può!

I pianificatori incalliti ~ I procrastinatori

procastinazione studenti tipologie di studenti studocu pianificatori

Fra le vostre più brillanti qualità c’è quella di pianificare efficientissimi e dettagliatissimi piani di studio? La vostra agenda è una vera e propria tabella di marcia in cui siete soliti appuntare di tutto, dai vostri appuntamenti settimanali fino al preciso numero dei capitoli da studiare ogni giorno in vista del prossimo esame? In questo caso appartenete, senza ombra di dubbio, alla tipologia degli studenti più organizzati in assoluto. Odiate gli imprevisti e la certezza di poter pianificare, punto per punto, la vostra routine universitaria rappresenta per voi una sensazione assolutamente  impareggiabile!

Diametralmente opposto è il profilo del procrastinatore. Che siano due mesi o una settimana a separarlo dalla data del suo prossimo esame non ha particolare importanza, il procrastinatore troverà sempre un’ottima motivazione per eludere i propri impegni universitari e rimandare le scadenze imminenti. “Non rimandare a domani quello che puoi fare dopodomani” è il suo mantra, rinviare i compiti che si era prefissato di svolgere la sua abilità più spiccata.

I caffeinomani ~ I bevitori seriali di tè

caffè tè studenti tipologie di studenti studocu

Anche in materia di bevande preferite il mondo universitario può facilmente ridursi a una semplice classificazione binaria. Differenza sostanziale fra caffeinomani e bevitori seriali di tè? I primi considerano il caffè alla stregua di una vera e propria chiave di sopravvivenza e si affidano al suo potere energizzante in ogni momento cruciale della giornata: appena svegli, per realizzare di essere effettivamente al mondo, dopo pranzo, per evitare di cedere alle insidie dell’abbiocco o, ancora, prima di mettersi sui libri. I secondi amano concedersi una tazza di tè più che altro qualora sentano il bisogno di ritagliarsi un breve momento di pausa e relax nella loro frenetica quotidianità fatta di studio, impegni e lezioni.

Il metodico ~ Il disordinato creativo

 metodico disordinato studenti tipologie di studenti studocu

Sia che si tratti di organizzare la propria scrivania oppure di prendere nota durante le lezioni all’università, ordine, precisione ed efficienza sono le parole d’ordine di ogni studente metodico. Al polo opposto troviamo i disordinati cronici. Come riconoscere questa particolare tipologia di studente? Semplice! I loro appunti e libri universitari sono generalmente pieni zeppi di sbavature, strampalate sottolineature e annotazioni solo vagamente comprensibili; dalla camera da letto al loro ambiente di lavoro, il disordine regna indiscutibilmente sovrano; ordine e organizzazione rappresentano concetti a loro pressoché ignoti. A loro discolpa vi è tuttavia il fatto che, nel caos e nella confusione che questi studenti sono soliti alimentare intorno a sé, sembra sia possibile ravvisare un grado di maggiore creatività se non, addirittura, un indice di vera e propria genialità.

Gli studenti puntuali ~ Gli inguaribili ritardatari

studenti tipologie di studenti studocu puntualità ritardo

Che imperversino le peggiori condizioni metereologiche o sia in corso uno sciopero dei mezzi pubblici, ci sarà sempre, in ogni classe universitaria che si rispetti, uno studente capace di presentarsi, immancabilmente puntuale, all’inizio di ogni lezione. Agli antipodi ci sono infine i ritardatari incalliti: quelli che, non importa quante sveglie abbiano impostato sul cellulare la sera precedente, finiranno sempre per svegliarsi troppo tardi e fare un trafelato e plateale ingresso in aula a lezione già iniziata.

E voi, in quale tipologia vi rispecchiate di più?


1 commento

Dilly · January 29, 2017 alle 8:49 am

Armi già con l’ingresso in campo come titolari di britos e gamberini l’età media scende .Cmq Giustamente non conoscendo i parametri usati dalla merdarosa non si può capire come abbiamo catcilalo.quondi questo è un articolo poco veritiero diciamo un articolo stile Gazzetta

Leave a Reply

Your email address will not be published.