Per iniziare bene questo nuovo anno accademico noi di StuDocu abbiamo deciso di proporvi 10 curiosità provenienti dalle Università di tutto il mondo. Ad esempio, sapevate che avreste potuto ottenere un 30 e lode per le vostre skills di binge drinking? Oppure eravate a conoscenza di un corso dedicato addirittura a “Game of Thrones”? No? Allora non vi resta che continuare a leggere!

  • 10: Uno studente ha ottenuto ben 19 lauree

Welin Kusuma studente lauree curiosità studocu

Sì, avete capito bene. Se per noi comuni mortali è gia una soddisfazione (liberazione) conseguire una laurea triennale, per Welin Kusuma deve sembrare cosa da poco. Il ragazzo infatti ha conseguito 19 lauree, prevalentemente nel campo dell’economia e finanza, ma anche legge ed ingegneria; il tutto in soli 13 anni! È anche vero che, nonostante il suo impegno, Welin è stato agevolato dai regolamenti universitari del suo Paese, l’Indonesia, che permettono di iscriversi a più corsi di laurea contemporaneamente. Da notare che tra i 19 titoli di studio conseguiti ci sono 3 Master.

  • 9: Studenti inglesi pagano la retta grazie alla loro faccia

studenti studocu curiosità università pubblicità faccia

Si sa che le rette universitarie possono essere un vero e proprio incubo, soprattutto considerando crisi e disoccupazione. Di conseguenza due studenti inglesi, Ross Harper e Ed Moyse, hanno scelto di metterci letteralmente la faccia. I due studenti hanno deciso di affittare quotidianamente il loro volto come spazio pubblicitario, con l’obiettivo di arrivare a £50.000.

  • 8: Laureata fa causa all’Università perché non trova lavoro

Laureata disoccupata università cuoriosità studenti studocuCon l’ottavo posto nelle curiosità dalle università del mondo passiamo dall’Inghilterra agli USA, dove troviamo Anna Alaburda, 37 anni. Come avete letto dal titolo, Anna ha citato in tribunale l’università in cui si è laureata, la Thomas Jefferson School, per non aver ancora trovato lavoro come avvocato. Più precisamente, la trentasettenne, che ha speso oltre $170.000 per le rette universitarie, ha accusato la Thomas Jefferson School di aver manipolato le statistiche di impiego dei laureati. In particolare, dalle statistiche risultava che gli studenti laureati in quella Università avrebbero non solo trovato lavoro più facilmente, ma avrebbero anche ricevuto uno stipendio più alto della media.

  • 7: Street art all’Università

Cina street art guinnes campus università cuoriosità studenti studocu

Il Campus universitario di Nanjing (Cina) vanta l’opera di street art più grande al mondo, che ha ricevuto ben due Guinness World Record per essere l’opera di street art più lunga e più larga al mondo. L’opera è lunga 365 metri e si estende su una superficie di 2500 metri quadri. L’artista si chiama Yang Yongchan e ha impiegato 20 giorni per realizzarla. L’opera intitolata “I ritmi della giovinezza” è stata realizzata usando la tecnica anamorfica, provocando l’illusione di tridimensionalità.

  • 6: Un corso universitario dedicato a Game of Thrones

game of thrones università laurea corso studenti studocu curiosità

Siete fan accaniti della serie “Il Trono di Spade”? Allora la Northern Illinois University potrebbe fare al caso vostro. Infatti, proprio qui è partito il corso “Game of Thrones: televisione e storia medievale”, tenuto dalla professoressa Valerie Garner. Il corso consiste nella visione degli episodi della serie assieme a letture e presentazioni. Il risultato? Comprendere la relazione tra gli episodi raccontati nella serie, la storia, e gli eventi attuali. Se volete conoscere altri incredibili corsi dal mondo cliccate qui!

  • 5: L’UniMi ha una base in Antartide

unimi antartide università cuoriosità studenti studocu

Ebbene sì, L’Università degli Studi di Milano vanta ben due basi in Antartide: una vicino a Baia Terra Nova, ed una italo-fracese nei pressi del Dome C. Il progetto è iniziato nel 1985 quando l’Università ha preso parte al Programma Nazionale di Ricerca in Antartide. In Antartide, i geofisici dell’Università hanno ottenuto la direzione scientifica delle ricerche sui cambiamenti climatici e degli studi di forme di vita che si trovano nei laghi, sotto 4.000 metri di ghiaccio. Inoltre sono resposabili per l’identificazionie di nuovi laghi subglaciali.

  • 4: Bere alcol all’esame è possibile

 università cuoriosità studenti studocu cina bere alcol

In un Università cinese, gli studenti sono stati sottoposti ad un esame molto particolare, e molto alcolico. L’esame prevedeva l’assunzione del Baijiu, un superalcolico cinese con un volume di alcol pari al 52%. Gli studenti ricevevano un punteggio di 100/100 per bere un intero bicchiere, mentre 90/100 per mezzo bicchiere e 60/100 per un sorso. Seppur controverso, il motivo dell’esame non era organizzare una sbronza di gruppo. La ragione era abituare gli studenti a questa bevanda, ampiamente diffusa nel mondo delle vendite. Saper padroneggiare la bevanda aiuterebbe a concludere più facilmente i contratti, mentre non riuscire a bere l’alcolico potrebbe essere considerato un’offesa e, conseguentemente, rappresentare un potenziale insuccesso nella chiusura di una vendita.

  • 3: Reggiseni vietati durante gli esami

reggiseno bra miley università cuoriosità studenti studocu

Scommettiamo che il titolo ha subito attratto la vostra curiosità: siamo in Cina e se siete delle ragazze, scordatevi il reggiseno. O meglio, scordatevi i reggiseni coi ferretti se dovete fare l’esame di ammissione all’Università. Infatti, questo tipo di reggiseno è stato bandito durante gli esami di ammissione. Il motivo? Apparentemente erano stati creati dei dispositivi per permettere agli studenti di ricevere aiuti durante l’esame ed in grado di essere nascosti al posto dei ferretti. Addirittura, era stato proposto di abolire ogni tipo di reggiseno perchè in grado di contenere e quindi nascondere qualcosa.

  • 2: Si può incontrare Zorro in un’Università

 università cuoriosità studenti studocu zorro

Se ci si trova a Quaezon (Filippine), nel campus universitario è possibile vedere Zorro, o meglio un gentleman travestito con tanto di mantello, maschera e pistola giocattolo soprannominato così. La sua identià è ancora sconosciuta. Secondo alcuni studenti si tratterebbe di un ragazzo con problemi mentali, secondo altri semplicemente di uno studente che voglia divertirsi. Zorro o non Zorro, lo studente merita comunque il titolo di super eroe. Non solo è sempre attento a salutare, incoraggiare e rallegrare gli studenti, ma si occupa anche di buone azioni come accompagnare le ragazze quando devono camminare per il campus durante la notte.

  • 1: Esiste l’Università per Babbi Natale

Santa Univeristy

Non avete ancora deciso cosa fare per la specialistica? Oppure il vostro corso non vi sta dando soddisfazioni? Allora perchè non mollare tutto e diventare un Babbo Natale di professione? Al primo posto nelle curiosità dal mondo abbiamo infatti la “Santa School”,  nata da un’idea della compagnia statunitense Noerr Programs, specializzata nel settore degli eventi. 

Ma, più precisamente di cosa si occupa la “Santa School”? Si tratta di un campus estivo, al Noerr Pole (non vi ricorda North Pole?), dove agli aspiranti Babbi Natale vengono insegnati trucchi su come apparire dei perfetti Santa Claus davanti ai bambini. Ad esempio, viene loro spiegata la giusta tecnica per tenere i bambini in braccio, la corretta gestione dei social media, e cosa fare quando i bambini richiedono un regalo intangibile.

 


0 commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published.